Non farti illudere dalla comunicazione

“Incursione” nella web radio dell’Università
8 Novembre 2017
Web S-Cool: pionieri di un sogno
23 Novembre 2017

“Il maggior problema della comunicazione è l’illusione che sia avvenuta” (George Bernard Shaw)

Nell’epoca della massima libertà di condivisione di ciò che si vuole comunicare, quanti messaggi raggiungono realmente i destinatari e gli scopi prefissati e quanti invece si dissolvono inesorabilmente senza sortire effetto?
Va da sé che la partita non si gioca sulla quantità di informazioni che si veicolano, ma sulla loro qualità: solo allora si potrà puntare ad una reale efficacia, non prima di aver considerato tutte le variabili in campo.

Innanzitutto il target di riferimento: umanizzare i dati offerti da database, Google Analytics, Facebook Insight etc. per plasmare un identikit del destinatario ideale.
A tale target bisogna offrire un valore, ossia soddisfare un bisogno o risolvere un problema con il contenuto che vogliamo offrire. Per riprendere le parole di Marco Casella, insegnante dello Short Master Web S-Cool, «Bisogna scegliere le battaglie per cui si combatte» e il modo in cui le si combatte.

Facile, no!? E invece no, perché bisogna ancora scegliere con cura il linguaggio da adottare, mediandolo fra mittente, obiettivo e target di riferimento, passando attraverso il media scelto per veicolare il nostro messaggio e il tono che si desidera dare alla conversazione.

Solo in fine si giunge alla comunicazione: in un ideale equilibrio di testa e cuore, dopo aver ragionato attentamente su tutte le variabili possibili, solo ora è il momento di lasciar andare liberamente il cuore sull’onda delle parole, affinché la comunicazione abbia un impatto coinvolgente e scatenante, come le note di un pianista che crea la sua armoniosa composizione.

Sia che siate “musicisti” solisti, sia che facciate parte di un’orchestra, con la Web S-Cool troverete ritmo e melodia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *