Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/websc068/shortmaster.webscool.it/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2758

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/websc068/shortmaster.webscool.it/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2762

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/websc068/shortmaster.webscool.it/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3706
Un mosaico di 60 (e più) esperienze | shortmaster//web's cool

Un mosaico di 60 (e più) esperienze

Soffia il vento, giovane e forte
28 Novembre 2017
Web S-CooL: il mio regalo di compleanno
29 Novembre 2017

Mi reputo una di quei giornalisti che vivono tra color che son sospesi.

Un salto nel buio, quello nella Web S-Cool al Balab, per me che, pur non appartenendo alla vecchia guardia, sono ancorata alla carta stampata come Linus con la sua copertina.
Eppure, era quello che desideravo da tanto tempo: squarciare il velo dell’ignoranza, la mia, su quello che molto probabilmente sarà il giornalismo del (prossimo) futuro.
Un mondo parallelo e affascinante, quello del web, in cui proprio coloro che ti stanno insegnando a nuotare sanno che tra poco dovranno cambiare scialuppa di salvataggio, perché le regole cambiano sempre e bisogna restare sul pezzo. Umiltà, quindi, sempre e comunque.
Un’altra cosa importante che ho molto apprezzato durante la Web S-Cool – e che apprendo ogni giorno proprio grazie al mio lavoro – è che non si smette mai di imparare, che tutti hanno qualcosa da insegnarti e che le sinergie creano effetti straordinari. Ma anche che le carriere preconfezionate non esistono più e che il futuro bisogna costruirselo da soli, ma mai in solitudine, come spesso accade a noi freelance. Perché la magia del web, così come la magia di questa Web S-Cool, è stata proprio quella di far incontrare 60 persone diverse tra loro, quella di attrarre gli opposti per crescere tutti insieme, traendo spunto dalle reciproche differenze. Un mosaico di esperienze che spero non si perda nel tempo, perché già mi manca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *